Sabato pomeriggio sono andato alla mostra “Rinascite. Opere d’arte salvate dal sisma di Amatrice e Accumoli” alle Terme di Diocleziano. Da una parte c’erano immagini di macerie e dall’altra bellissimi dipinti recuperati da diverse chiese colpite dal terremoto. Ho pensato allora che le cose possono avere una seconda vita e che la nostra esistenza è fatta di tramonti e di albe. 
Sono vicino a tutte quelle persone cha hanno vissuto e vivono l’orrore del sisma. Auguro loro nuove albe .

0
0
0
s2sdefault